Digestione lenta e irregolare – un nemico della salute

Condividere sui social network:

La defecazione avviene sempre più raramente e il corpo è sempre più debole: vi è familiare? Sebbene tali problemi siano sempre più diffusi, non siamo pienamente consapevoli di quanto possa essere effettivamente dannosa per la nostra salute la digestione lenta. Pertanto, vediamo perché…

Digestione: un processo in cui non ci può essere alcun anello debole

L’apparato digerente rappresenta l’insieme degli organi responsabili per la digestione del cibo che mangiamo. Ciò significa che le sostanze nutritive devono essere “assorbite nell’organismo” nel modo più efficace e più ampio possibile, mentre le sostanze nocive di scarto devono essere eliminate quanto prima.

L’apparato digerente è composto dal tratto digerente e dalle ghiandole digestive. Il tratto digerente fondamentalmente è un condotto lungo composto dalla bocca, dalla faringe, dall’esofago, dallo stomaco, e dall’intestino tenue e crasso.  Ogni organo ha il proprio importante compito e tutti devono funzionare bene perché l’intero processo digestivo sia regolare.   Il corpo riceve le sostanze nutritive durante il loro transito lungo l’apparato digerente, grazie ai cibi che mangiamo. Queste sostanze nutritive ed energie sono necessarie per il normale funzionamento dell’organismo.  Se anche solo una parte di “questa catena” non funziona come dovrebbe, si manifesteranno problemi di digestione lenta e irregolare.  

La maggior parte si svolge nell’intestino tenue

La parte principale della digestione si svolge nella parte superiore dell’intestino tenue. Il ruolo dell’intestino tenue e crasso nel processo digestivo comprende principalmente:  

  • l’assorbimento di sostanze nutritive;
  • l’eliminazione di sostanze nocive e di scarto;
  • la sintesi di alcune vitamine, realizzata dai c.d. batteri buoni o probiotici.

L’ultima fase della digestione si svolge nell’intestino crasso. Nell’intestino crasso si svolge principalmente il riassorbimento dell’acqua, mentre dei microorganismi scompongono il cibo non digeribile per l’uomo. La funzione dell’intestino crasso è quella di formare, nutrire ed espellere le feci. Queste sostanze vengono trattenute dalle 12 alle 24 ore. Nelle pareti dell’intestino crasso si trovano dei muscoli forti che contraendosi vigorosamente ne espellono il contenuto maniera controllata.

Affinché l’intero sistema possa svolgere la propria funzione, dobbiamo prenderci cura di lui, ovvero dobbiamo vivere in modo da facilitare il più possibile le funzioni degli organi digestivi (leggete nel nostro articolo come accelerare la digestione e liberarsi della costipazione), perché altrimenti potremmo vedere l’insorgere di problemi di digestione lenta e con essi anche un peggioramento delle condizioni fisiche. E perché è tutto così dannoso? Uno dei motivi principali è che l’intestino rappresenta il nostro organo immunitario più importante, perché contiene l’80% delle cellule immunitarie. Pertanto, se volete avere un corpo sano e resistente è importante che abbiate anche un apparato digerente sano. Per questo possiamo dire a buon diritto che una digestione sana è indispensabile per una vita sana

Una signora in forma, di una certa età, mangia un insalata perché ci tiene a una sana digestione.

Digestione lenta e irregolare – che cosa significa?

Al giorno d’oggi sempre più persone hanno problemi legati ad una digestione lenta e irregolare e alla costipazione. Benché ciascuna persona abbia il proprio ritmo digestivo e alcuni vadano di corpo un po’ più raramente di altri, esistono comunque alcune indicazioni generali che ci aiutano a riconoscere se la nostra digestione è lenta. Gli esperti descrivono quest’ultima condizione come difficoltà e irregolarità nella defecazione, meno di una volta al giorno, accompagnata dalla sensazione di non essersi liberati completamente e da gonfiore. Sempre più studi dimostrano che la ragione principale di questo fenomeno si può individuare nell’alimentazione moderna basata principalmente su pasti troppo abbondanti, difficili da digerire, grassi e salati che, d’altro canto, non contengono a sufficienza fibre e altre sostanze nutritive salutari per l’intestino.   

Anche quanto segue contribuisce in gran parte ad una scorretta defecazione:

– carenza di attività fisica, 

– inadeguata assunzione di acqua, 

– alcuni disturbi metabolici, 

– esposizione allo stress, 

– assunzione di determinati medicinali o 

– trascurare le proprie necessità fisiologiche.

Conseguenze della digestione lenta

La digestione lenta conduce molto spesso alle seguenti conseguenze:

– molto spesso conduce a mantenere inutilmente sostanze nocive nell’organismo,

– diminuisce l’efficacia del sistema immunitario e   

– mette in pericolo la salute. 

La costipazione e la digestione lenta, ovvero irregolare, possono ridurre significativamente la qualità della vita e possono portare persino alla riduzione della produttività a lavoro ovvero a depressione e stati d’ansia. Per questo è così importante dedicare la necessaria attenzione alla salute dell’apparato digerente e iniziare a risolvere il problema non appena ce ne accorgiamo. 

La prevenzione è importante

Il nostro intestino è un meccanismo molto complesso che non è favorito dallo stile di vita di oggigiorno. Tutte le sostanze nocive alle quale siamo esposti attraverso cibi, bevande, medicinali e ambiente alla fine hanno un effetto negativo sulla salute del nostro apparato digerente e ne riducono la funzionalità. Per ridurre alcuni disturbi cronici e rafforzare l’organismo, è necessario favorire quotidianamente le funzioni digestive per liberarci delle sostanze nocive accumulate. Il modo migliore per raggiungere questo risultato è adeguare la nostra alimentazione, che prima di tutto comporta l’assunzione di un sufficiente quantitativo di fibre ricavate dalla frutta, dalla verdura, dai cereali integrali, ecc. Ma, allo stesso tempo, quando organizziamo la nostra dieta dobbiamo stare attenti a non cadere in qualche trappola, di cui potrete sapere di più nel nostro articolo sui miti legati alla costipazione.  Inoltre, dobbiamo aver cura di bere liquidi a sufficienza e di fare moto in quantità corretta.  

Se volete ottenere di più in ambito preventivo, anche bere acqua minerale naturale è un’ottima soluzione. Una delle scelte migliori in quest’ambito è rappresentata dall’acqua Donat, che vanta uno dei più elevati contenuti di minerali sul mercato. Grazie ad una combinazione unica di solfati e magnesio è ritenuto un efficace lassativo osmotico, per il quale è stato clinicamente dimostrato che regolarizza e accelera il processo digestivo. I suoi effetti, pertanto, sono esclusivamente meccanici, non genera dipendenza e non ha effetti nocivi sulla salute. 

Domande frequenti

1. Cosa vuol dire digestione lenta, ovvero irregolare?

Gli esperti descrivono quest’ultima condizione come difficoltà e irregolarità nella defecazione, meno di una volta al giorno, accompagnata dalla sensazione di non essersi liberati completamente e da gonfiore.

2. Quali organi compongono il nostro apparato digerente?

L’apparato digerente è composto dal tratto digerente e dalle ghiandole digestive. Il tratto digerente fondamentalmente è un condotto lungo composto dalla bocca, dalla faringe, dall’esofago, dallo stomaco, e dall’intestino tenue e crasso. Ogni organo ha il proprio importante compito e tutti devono funzionare bene perché l’intero processo digestivo sia regolare. 

3. Oltre ad un’alimentazione scorretta, cos’altro contribuisce ad una defecazione irregolare.

La digestione viene di fatto rallentata dall’assunzione insufficiente di liquidi, da determinate malattie metaboliche, dallo stress, dall’assunzione di determinati farmaci e dal trascurare i propri bisogni fisiologici principali.

4. Quali sono le conseguenze di una digestione irregolare?

La digestione lenta spesso causa la permanenza di sostanze nocive nell’organismo, riduce le difese immunitarie e può portare alla riduzione della propria produttività sul lavoro, alla depressione e a stati d’ansia.

5. Qual è il cammino migliore verso un apparato digerente sano?

Il metodo più affidabile per arrivare ad una digestione sana è la prevenzione, il che vuol dire una dieta equilibrata, moto a sufficienza, nonché evitare lo stress e abitudini poco sane come fumare e bere alcolici.

Seleziona il capitolo:

Alimentazione Da Stress E Alimentazione Emotiva

    Pridružite se
    Donat programom

    Prijavite se na brezplačne programe Donat,
    ki vam bodo pomagali pri razstrupljanju in
    krepitvi vašega imunskega sistema.